La recensione: a Imperia Ristorante LA RUOTA

25 8 2015 (22)Imperia (Porto Maurizio) -  LA RUOTA – Spianata Luigi Varese 25

.                   Tel. 0183 61206 – www.laruotaimperia.com

Borgo Foce è l’emblema di una certa Porto Maurizio, immutata nei secoli, il cui fronte mare ha case quasi “arruffate” una sull’altra, con finestrelle piccine per proteggere dal salino, qualche scala esterna piuttosto ripida, una scogliera che sospira, brontola o ruggisce a seconda di come si muove il mare, il quale instancabilmente dondola la decina di gozzi di Portorini alla fonda nel porticciolo. All’estremo di levante di questo borgo da cartolina, c’è ancora più calma e tranquillità, anche nell’alta stagione. L’area è pedonalizzata e comunque lo spazio pubblico finisce 50 metri più in là, dove, nei mezzodì invernali,  sullo scanno in pietra addossato al muro, si crogiolano le cultrici dell’abbronzatura come lucertole al sole.

E’ in tale ambiente un po’ bucolico che da decenni questo ristorante, con ampio dehor ha mise en place “comme il faut”, accoglienza garbata, tavoli distanziati e, in generale un ambiente che richiama il mare e come clientela, qualche politico locale e non, che probabilmente sceglie questo “ritiro” per stare in santa pace…

Cucina seria, tradizionale, che inizia con nove ANTIPASTI (dai 12 ai 20 euro), tra i quali, sorprendentemente, le sei ostriche Fines Claires n.3,  i Gamberetti di Oneglia bolliti con salsa cocktail, oppure ancora l piatto di antipasti misti che è un vero passepartout di sapori, in questa casa che, va sottolineato,  adopera materia prima ineccepibile. Seguono i PRIMI PIATTI (dai 12 ai 25 euro) che sono sette, tra i quali cito il risotto alla marinara, oppure le imperdibili e perfette linguine all’astice, nonché la pasta alla bottarga di muggine Sarda e trombette.  Da sempre questa cucina “gira” a ritmo costante sul perno della trasparenza, dell’onestà, della serietà, perciò potete tuffarvi tranquilli sui SECONDI PIATTI (dai 18 a 24 euro), che sono nove, tra i quali i veri Gamberoni d Oneglia alla griglia, oppure il pesce di mare aperto alla griglia, o bollito, o alla ligure etc (che viene onestamente fatturato a 7 euro ogni 100 grammi). Le cotture sono perfette e le quantità ragguardevoli.

La sosta scorre con tempi ragionevoli nel servizio e, al momento del DESSERT, non mancherà anche la possibilità di scegliere dei FORMAGGI (8 euro) oppure i DOLCI della casa, purtroppo elencati solo a voce (6 euro).

Esistono tre MENUIl MEDITERRANEO da 46 euro prevede antipasti misti di mare, primo piatto del giorno, pesce del golfo alla ligure, dessert. Lo stesso menu, senza il primo piatto, viene servito a 41 euro.   Il MENU TIRRENO prevede invece un antipasto oppure un primo piatto, poi pesce del golfo alla ligure e infine il dessert: costo 37 euro.

La carta VINI è un PLUS per scelta e prezzi, molti sotto ai 20 euro, diverse mezze bottiglie, una decina di proposte a bicchiere… e una intera pagina di Spumanti e Champagne (il Pellettier costa 45 euro e vi consente di fare un figurone, da bevitore accorto,  anche con chi s’intende di Champagne).

Alla prenotazione vi risponderanno prima del terzo squillo, ma dal tono della risposta potreste pensare di aver chiamato un … ufficio erariale. Non adombratevi, anzi sorridete indulgenti, perché sarà un preludio, alla efficienza concreta della conduzione del locale. La sostanza la ritroverete nei piatti e nella cortesia che saranno le caratteristiche del servizio per tutto il pasto. Quanto ai sorrisi, potete certamente contare sul …vostro, che non mancherà al momento del conto. In queste serate di primo autunno, quando è ancora possibile cenare sotto la luna, veniteci e  non ve ne pentirete se siete dei sensibili a certe atmosfere …luigino.filippi@alice.it