Archivi categoria: zibaldone in libertà

Fine legislatura? Saltano provvedimenti riguardanti il “nostro mondo”

parlamento

“La fine della legislatura lascia in sospeso molte leggi, dal pane alla pasta agli home restaurant. Tra i provvedimenti che non sono andati a buon fine si contano quello sugli home restaurant (bloccato da un provvedimento dell’Antitrust), quello sul pane fresco e decongelato, oltre a tutto il pacchetto sull’etichettatura in parte mai approvato da Bruxelles e che comunque rischia di saltare in toto dal 2019 con l’entrata in vigore delle norme europee”. E’ uno stralcio del pezzo scritto su Il Golosario di Paolo Massobrio.

Macron esalta la LAICITA libera, anche di dialogare con qualunque religione.

“Il 21 dicembre scorso il Presidente Francese ha ricevuto i capi delle religioni presenti in Francia, non per un incontro ufficiale, ma per una discussione libera su diversi argomenti: il laicismo, la scuola, l’accoglienza dei migranti, le leggi sulla bioetica, l’islamismo. L’incontro è durato più di due ore. Il vicepresidente della Conferenza episcopale francese, monsignor Pascal Delannoy, ha parlato di «un clima di dialogo, di vero dialogo, in piena franchezza». Ogni anno, come da tradizione, il capo dello Stato riceveva i leader religiosi per lo scambio degli auguri a Capodanno. Ma si trattava di un incontro molto formale, con un discorso del presidente della Repubblica; non un vero «dialogo».  Una significativa apertura verso una «laicità del dialogo», che riconosce alle religioni il diritto di esprimersi su tutti gli argomenti che interessano i cittadini, mettendo in luce la responsabilità sociale dei leader religiosi e dei credenti. Macron, infatti, parla di una «laicità di libertà».   E’ uno stralcio di un significativo articolo comparso su La Stampa, di cui al seguente link: http://www.lastampa.it/2018/01/23/vaticaninsider/ita/nel-mondo/come-cambiano-in-francia-i-rapporti-tra-stato-chiesa-e-religioni-ciuN07pp9zkP16ngWGUW8J/pagina.html

 

Licenze supermercati: si, se sosterranno piccoli negozi dell’ entroterra… ?

supermercato“Quando gli amministratori concendono licenze per maxi aperture commerciali lungo la costa, come parziale canone di urbanizzazione, mettano nel conto dei colossi della grande distribuzione anche l’impegno per mantenere in vita negozi in paesi d’altura talvolta sperduti come Realdo e Verdeggia. Assistenzialismo? No, oltre a un minimo garantito e certo, si diano anche incentivi a chi sta dietro il banco”.  Così chiederebbe alla Regione Liguria il “cucinosofo” SERGIO ROSSI” spalleggiato da Franco Boeri Roi, in una trasmissione su PrimoCanale.

La notizia più completa: http://www.primocanale.it/notizie/la-salvezza-per-le-botteghe-d-entroterra-ecco-la-ricetta-del-cucinosofo-193874.html

L’imbucato al party…che fa razzie di tartine e Champagne

downloadIn città grandi è più favorito, ma la specie non manca anche in realtà meno popolose. A Sanremo e altrove ne incrocio spesso qualcuno, che ormai penso sia conosciuto e tollerato… Giovanni Franco ne ha pubblicato un gustoso ritratto, per il quale vi rimando al seguente sito:

http://www.cronachedigusto.it/component/content/article/23921-limbucato-al-party-luomo-invisibile-che-fa-razzia-di-tartine-e-champagne.html