Sanremo e Taggia: convegno internazionale su olivicoltura mediterranea

lvcltrmdtrrnConvegno Internazionale sull’olivicoltura mediterranea che si terrà a Sanremo e Taggia (IM) dal 25 al 27 maggio prossimi. Si trattà di un grande evento (nato da una collaborazione tra Università di Torino, Genova e Sassari con i comuni di Sanremo e Taggia), con una quarantina di relatori (storici, geografi, economisti, medici ecc.) provenienti da nazioni diverse. Ecco il programma dettagliato:

Sanremo, Villa Ormond, 25 maggio
Ore 14,45 Saluti delle autorità
ore 15 Discorso di apertura
Franco Cardini (Istituto di Scienze umane e sociali della Scuola Normale Superiore, Pisa – Ecole des hautes études en Sciences Sociales, Paris)
ore 15,30  Olivicoltura e produzione olearia: dinamiche regionali
Modera: Gabriella Piccinni (Università di Siena) Alfio Cortonesi (Università della Tuscia) L ’olivo nell’Italia tardomedievale. Coltivazioni, tecniche, paesaggi Alessandro Carassale (Centro Studi per la storia dell’alimentazione e della cultura materiale   - CeSA) Olivo e olio nel medioevo ligure Marco Cassioli (UMR Telemme, Aix-Marseille Université) Un’impresa signorile: i Doria di Dolceacqua e la produzione dell’olio di oliva nella Val Nervia tardomedievale (secoli XIII-XVI) Giovanna Bianchi (Università di Siena) Gaetano di Pasquale, Mauro Buonincontri (Università di Napoli Federico II) L ’olivo nel Medioevo della Maremma Toscana: il dato archeobotanico nel contesto archeologico Modera: Paolo Calcagno (Università di Genova) Aleksander Panjek (Univerza na Primorskem – Università del Litorale – Capodistria, Slovenia) Olio d’oliva del Carso. Tecnica e consuetudine nelle comunità slovene della costa adriatica nel primo Seicento Francesco Aimerito (Università del Piemonte orientale)
“L ’olio d’oliva nei bandi politici e campestri degli Stati sabaudi in età moderna e contemporanea” Denis Jouffroy (MCF ESPE di Corsica, UMR CNRS 6240 LISA, Università di Corsica) L ’olivicoltura corsa alla fine dei Tempi moderni: l’opera di una politica di pacificazione dell’autorità pubblica genovese in Corsica? Giuseppe Rocca (Università di Genova)  I paesaggi dell’olivo e l’attività olearia nel Mediterraneo: un’analisi diacronica Luciano Maffi (Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano) “Le condizioni di clima e di terreno sono tra le più favorevoli alla buona qualità dell’olio” L ’olivicoltura gardesana nei secoli XIX-XX

Taggia, Convento di San Domenico, 26 maggio
ore 9 Commercio, distribuzione e consumi dell’olio d’oliva tra Italia ed Europa
Modera: Ivana Ait (Università di Roma La Sapienza)
Enrico Basso (Università di Torino) Olio sul mare. Il commercio di olio nel basso medioevo
Angela Orlandi (Università di Firenze) L’olio nelle carte mercantili toscane (secoli XIV-XV)
Daniele Lombardi (Università di Siena) Importazioni e commercio di olio nella Roma tardomedievale
Antoni Riera Melis (Universidad de Barcelona) Produzione, commercio e consumo di olio nella Corona di Aragona
Flocel Sabaté (Universitat de Lleida) Olio e mercati nella Catalogna del Trecento
Modera: Luca Lo Basso (Università di Genova)
Paolo Calcagno (Università di Genova) I Provvisori dell’olio della Repubblica di Genova (secoli XVI-XVIII)
Giacomo Nervi (Società Savonese di Storia Patria) La certosa di San Pietro in Varatella: pratiche locali della produzione e della distribuzione dell’olio di oliva tra XVI e XVIII secolo
Aldo Montaudo (Università di Salerno) L’olio nell’economia del Mezzogiorno in età moderna
Manuel Vaquero Piñeiro (Università di Perugia) L’olio italiano alla fine del XIX secolo: produzione e commercio
Paolo Veziano (Storico) Frodi olearie sulla piazza di Imperia (1925-1930)
ore 15 Rappresentazioni e significati simbolici
Modera: Maria Serena Mazzi (Università di Ferrara)
Allen J. Grieco (Villa I Tatti-The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies) L’olio e l’olivo: dalle pratiche agronomiche alla dietetica nelle fonti italiane tra medioevo e prima età moderna
Marina Montesano (Università di Messina) La sacralità dell’olio
Gabriele Archetti (Università Cattolica del Sacro Cuore-Milano) L’olio sulla barba di Aronne. Suggestioni dal mondo monastico
Francesca Stroppa (Università Cattolica del Sacro Cuore-Milano) Usi, simboli e rappresentazioni dell’olio e dell’ulivo nelle fonti artistiche medievali
Fulvio Cervini (Università di Firenze) Ulivi come cattedrali. Le radici di un paragone e l’avvio della tutela del paesaggio
ore 17 Visita al frantoio dell’Azienda Olio Roi di Badalucco e assaggio di varie tipologie di olio cru della Valle