La recensione: a Bussana di Sanremo ristorante LA KAMBUSA

P1120103 - Copia Sanremo – LA KAMBUSA – Via al Mare 87 – Frazione Bussana  -                                                   Tel.     0184 514537

Nella curva di Arma dell’ex via Aurelia romana, c’è ancora una placca del TCI dei primi del secolo scorso indicante la direzione, le distanze etc… Un chilometro dopo c’è il lungomare di Bussana sul cui promontorio, spesso corrucciato da mareggiate, questo localino di tradizione ha una porticina ligure a due ante (occorre entrare ”di fianco”) che immette in una saletta rustica ma molto elegante, perfettamente in linea coi tempi in fatto di arredi, comodità delle poltrone, mise en place con classicissimo tovagliato crème, piccolo bouquet ai tavoli e, anche in fatto di temperatura, vi si trova un calduccio che purtroppo è raramente reperibile nei ristoranti.

Gli ANTIPASTI DI MARE sono quattro (13-15 euro). Tra questi è sempre presente lo splendido Salmone scozzese affumicato con alga Nori e crema di yogurt; in alternativa cito i delicati Moscardini in guazzetto con gli “aerei” Fagioli di Pigna.  Quattro anche gli ANTIPASTI DI TERRA (€ 12-15) tra i quali un semplice ma non banale Sformatino di Parmigiano Reggiano con salsa di noci; oppure quello di peperoni  e il fondente della rara Toma di Arzene che lo accompagna. I PRIMI PIATTI DI MARE (€14-15) sono sette, tra questi cito gli Spaghetti alla chitarra con Gamberoni all’aglio, olio e peperoncino; oppure i Paccheri con vongole veraci e bottarga di muggine; o ancora il Risotto al Prosecco e petali di storione. L’assortimento è, evidentemente notevole, con altrettanti sei piatti di PRIMI PIATTI DI TERRA, tra i quali il risotto ai funghi porcini (in stagione), oppure le tagliatelle all’uovo con asparagi e Scamorza pugliese. Per quanto riguarda i SECONDI i pesci e i crostacei vengono proposti giornalmente, a voce, secondo le disponibilità del mercato e la fantasia dello chef. Potete quindi e comunque contare su un pesce intero, sfilettabile se di misura troppa grande per voi. E’ uno dei rari ristoranti in cui potete azzardarvi a farvelo cucinare al sale, con un filo d’olio EVO: godrete del profumo del pesce pescato nel Ponente Ligure, che sa di “nitassu”, un motto in vernacoli sanremasco, intraducibile, che indica un  aroma particolare ed esclusivo.  Va da se che anche i crostacei sono all’altezza di una vera e sincera cucina ponentina, dove la semplicità valorizza il prodotto, servito senza “salsina di” , “su vellutata di” e neppure  “su fondo di”…. Nelle carni è offerto un assortimento di filetto cucinato in otto ricette (€ 26-30).  Per quanto riguarda i DESSERT la “tradizione” della casa è di non mettere nulla … per iscritto, ma frascheggiare un po’ declamandoli lentamente, illustrandoli con giuste pause tra un versetto e l’altro. Sono sei proposte, a volte di più, per cui spesso occorre che il patron debba ricicisbearli sorridendo longanime. Ho trovato buonissimi la Stroscia con mousse di mascarpone e riduzione al caffè alla Sambuca, nonché il Parfait al cioccolato amaro e purea di pere William’s. . . Sorprendentemente è disponibile anche una ben assortita proposta di formaggi, della quale non ricordo di eguali , con tanto di descrizione per ciascuno, abbinamenti etc etc. La casa ha anche delle SPECIALITA’ SU PRENOTAZIONE: Paella alla Valenciana (€ 25) , Zuppa di pesce (€ 30) e l’Aragosta dello Chef, a prezzo variabile a seconda della stagione e del mercato.

La carta vini è tomo voluminoso in pelle, con un elenco sterminato di etichette ben selezionate ed assortite, con prezzi normali  (ed anche molte mezze bottiglie che consentono delle libertà ai commensali). Segnalo: Tra Donne Sole un Sauvignon/Chardonnay di Terre da Vino a 18 euro, un Radici di Mastroberadino a 30 euro e, per San Valentino, la possiblità di cenare a tutto pasto con uno Champagne Louis Brochet a 53 euro.

Il servizio ovviamente è in linea con la piacevolezza dell’insieme di un locale dove, nelle giornate Festivaliere è stato preso d’assalto da i veri VIP che non amavano stare in vetrina ed anzi amavano appartarsi per godere di un servizio da principini, senza enfasi, nella calma di un lungomare d’inverno, con la voluttà di una cucina seria, senza trallallà di maniera. Ed anche a prezzi da amici, ora è tutto per noi.

Luigino.filippi@alice.it -