Archivi categoria: Articolo

Yannick Franques, chef cessato a La Réserve de Beaulieu, va alla TOUR D’ARGENT di Parigi

Yannick Franques(1)Scommetto che qualche gourmet si sarà interrogato sul futuro di Yannick Franques dopo la cessazione del suo incarico alla Réserve de Beaulieu. Ebbene: Yannick, è stato nominato Executive Chef della TOUR D’ARGENT a Parigi, a partire da metà novembre.

MOF 2004, formato da Eric Frechon al Bristol,  Christian Constant al Crillon e Alain Ducasse al Louis XV ma anche Jean-Louis Nomicos alla Grande Cascade, Yannick Franques ha anche cucinato in Costa Azzurra per lo Chateau Saint-Martin a Vence ottenendo 2 stelle Michelin e negli ultimi 2 anni, appunto, alla Réserve de Beaulieu.

Succede a Philippe Labbé, chef della TOUR D’ARGENT dal 2016.  Il proprietario ha dichiarato che il futuro è con Yannick Franques, il quale rappresenterà i valori e l’eredità di questa maison di famiglia, vale a dire eleganza, sincerità ed eccellenza, reinterpretendo i gusti del nostro tempo con una cucina neoclassica specifica per l’antico TOP parigino.

Un altro ottimo chef ha lasciato la Costa Azzurra ! Personalmente lo apprezzavo sia a Vence, che a Beaulieu e, pur esprimendo ammirazione per il suo nuovo incarico, egoisticamente mi rammarico che si sia allontanato  di un migliaio di chilometri…

Liber Pater 2015. In Francia si dibatte se a 30 mila euro è cara…

Una bottiglia di vino a 30 mila euro è cara?  In Francia il dibattito è apertissimo. « Vi si ritrova la finezza dei vini pre-filossera, è il solo vino al mondo che vi permette di gustare quel che beveva Napoleone. E' come se tornaste a vedere un dinosauro vivente…. » esclama Loïc Pasquet…   Il lungo articolo è sul seguente link:

https://www.vitisphere.com/actualite-90311-La-bouteille-de-vin-la-plus-chere-au-monde-vaut-elle-ses-30-000-.htm

MilanoWineWeek, dal 6 al 13 ottobre. Ecco il programma dettagliato.

musement.comDal 6 al 13 ottobre la città sarà animata da un palinsesto con oltre 300 eventi che coinvolgono

.                                                             ( credito foto: Musement)

sempre più luoghi e punti d’interesse della città. Masterclass, degustazioni, seminari, aperitivi e tanti altri eventi a Palazzo Bovara, nei vari Wine Districts  e in tutti i locali convenzionati. Per leggere il programma dettagliato il link è il seguente: https://milanowineweek.com/programma-eventi-vino-milano/

A Torino negli spazi di EDIT si terrà dall’11 al 13 ottobre la sesta edizione del Festival The Vegetarian Chance

Il domani del cibo è oggi/Food’s future is today The Vegetarian Chance Festival

 

A Torino negli spazi di EDIT si terrà dall’11 al 13 ottobre la sesta edizione del Festival The Vegetarian Chance

L’emergenza climatica così come quella dell’abuso della plastica sta via via convincendo governi e opinione pubblica che rimandare tutto al futuro sia ormai una strategia miope e distruttiva. E la questione riguarda anche le nostre scelte alimentari, che hanno un impatto su tutte le emergenze delle quali soffriamo (clima, salute, inquinamento, impoverimento del suolo). Per questo la sesta edizione del Festival The Vegetarian Chance avrà come titolo Il domani del cibo è oggi e sarà ospitato da EDIT (Eat Drink Innovate Together) anche partner della manifestazione con il suo ambiente design indirizzato alla condivisione e all’esperienza del cibo. Per tre giorni sarà proposta al pubblico “l’opportunità” (chance) vegetariana come una scelta utile a migliorare la nostra esistenza senza rinunciare al gusto e alla cultura gastronomica. Si ascolterà, si discuterà e soprattutto si mangerà senza ignorare quanto il cibo ci comunica. Venerdì 11 al mattino in un convegno istituzionale sarà illustrato da Renato Mannheimer un sondaggio sull’attitudine dei giovani verso il vegetarianismo e il veganismo. Sarà presentata da Pietro Leemann la Carta per gli chef stellati e il progetto sportivo che l’accompagna con un tour ciclistico vegano. Spazio sarà anche dedicato alla città di Torino, la più vegana d’Italia. Sempre venerdì pomeriggio i giovani di Friday for Future ed Extinction Rebellion parteciperanno al dibattito Emergenza climatica e millenials: alleanze intergenerazionali. Interverranno tra gli altri: il ricercatore universitario Fausto GusmeroliOliviero Alotto, sportivo ambientalista. Alla sera ci sarà la musica di Conciorto con Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone, “Suoni dalle verdure”. La giornata di sabato si aprirà con Colazione su Vega, durante la quale Jenny Sugar, health&food coach, racconterà le delizie di una colazione salutista con suoi colleghi pasticcieri e il main sponsor del Festival Lavazza, che presenterà innovative bevande a base di caffè. Seguiranno un incontro con gli agricoltori sulla biodiversità da preservare, show cooking con chef stellati, dalla California la chef vegana Nina Curtisdal Belgio Fank Fol di We’re Smartlo scrittore Leonardo Caffoil mercatino di Slow Food e per finire una cena vegetariana gourmet (su prenotazione) di Pietro Leemann con i suoi colleghi stellati di TorinoDomenica 13 sarà la giornata del concorso internazionale per cuochi, che il pubblico potrà seguire a vista nel ristorante di EDIT dalle 11 alle 14. Otto concorrenti selezionati da tutto il mondo presenteranno due piatti a base vegetale a una giuria qualificata presieduta da Pietro Leemann. A coordinare il concorso sarà come sempre Sauro Ricci, executive chef del ristorante Joia in collaborazione con lo chef del ristorante di EDIT Matteo Monti. La premiazione avverrà intorno alle 15.30 e sarà presentata dal giornalista Gabriele Eschenazi, ideatore con Pietro Leemann di The Vegetarian Chance e direttore artistico del Festival. Nella mattinata di domenica il pubblico potrà sapere tutto del finger food veg giapponese con lo show cooking di Hitoshi Sugiura, già concorrente nel 2017. Alla fine della giornata il pubblico potrà acquistare in un piatto unico otto assaggi d’autore dei partecipanti al concorso. Chiuderà il Festival un evento di mixology veg con cocktail alcolici e analcolici.

Festival The Vegetarian Chance 11/12/13 ottobre Torino EDIT Piazza Teresa Noce, 15/A

Ingresso gratuito