Archivi categoria: Cibo

Facile d’ora in poi sapere quali aziende importano alimenti dall’estero!

cibi tossici dall'esteroSarà finalmente possibile conoscere il nome delle aziende che importano gli alimenti dall’estero. Lo scrive  Coldiretti “a seguito  pronunciamento del Consiglio di Stato del 6 marzo 2019 sull’accesso ai dati dei flussi commerciali del latte e dei prodotti lattiero caseari oggetto di scambio intracomunitario e provenienti dall’estero detenuti dal Ministero della Salute e fino ad ora preclusi per ragioni pretestuose ora smascherate dall’Autorità giudiziaria. Un risultato storico per la Coldiretti che ha sollecitato il pronunciamento, dopo la richiesta al Ministero della Salute, per mettere fine all’inganno dei prodotti stranieri spacciati per italiani ma anche per consentire interventi più tempestivi in caso di allarmi alimentari che provocano gravi turbative sul mercato ed ansia e preoccupazione nei consumatori, a fronte all’impossibilità di conoscere la provenienza degli alimenti coinvolti.

Nel 2018 in Italia è infatti scoppiato più di un allarme alimentare al giorno per un totale di ben 398 notifiche inviate all’Unione Europea tra le quali – continua la Coldiretti – solo 70 (17%) hanno riguardato prodotti con origine nazionale, mentre 194 provenivano da altri Paesi dell’Unione Europea (49%) e 134 da Paesi extracomunitari (34%). In altre parole” …

Il seguito dell’articolo è sul seguente link: http://www.cronachedigusto.it/component/content/article/27059-cade-il-segreto-di-stato-sui-cibi-stranieri-che-arrivano-in-italia-.html

Lievito madre: ecco la ricetta perfetta nei minimi particolari

 

”"

Lievito madre liquido: 1. Preparazione dello starter; 2. Fermentazione dello starter;3. Rinfresco del lievito; 4. Fermentazione del lievito; 5. Ripetizione degli step 3 e 4 per un mese, prima che il lievito sia pronto; 6. Rinfresco del lievito pronto;
7. Fermentazione del lievito pronto. 8. Ripetizione degli step 6 e 7 ogni 24 ore prima dell’utilizzo, oppure ogni 4 giorni per il corretto mantenimento.

Lievito madre solido: 1. Preparazione dello starter; 2. Fermentazione dello starter; 3. Rinfresco del lievito; 4. Fermentazione del lievito; 5. Ripetizione degli step 3 e 4 per un mese, prima che il lievito sia pronto; 6. Bagnetto; 7. Rinfresco del lievito pronto; 8. Fermentazione del lievito pronto. 9. Ripetizione degli step 6, 7 e 8 ogni 3 ore prima dell’utilizzo, oppure ogni 48 ore per il corretto mantenimento.

Per lo sviluppo degli argomenti, foto e dettagli il sito è: https://www.dissapore.com/ricette/lievito-madre-la-ricetta-perfetta/

 

“Farina Intera”, ma anche ipoglicemica ! Distribuita anche al minuto.

farinaLa Società Molino Colombo, ha presentato al Sigep 2019 la sua “Farina Intera”, prodotta presso il proprio impianto di Paderno d’Adda (Lc) da Farine Varvello. Da  dove viene distribuita.  Si tratta di una farina speciale che conserva integre le componenti pregiate dei chicchi, senza disperderne fibre e vitamine, risultando anche una farina a basso impatto glicemico. Nella foto un flash dalla trasmissione Melaverde che nella quale Edoardo Raspelli ha presentato questa farina speciale.  Maggiori info su www.molinocolombo.it

La più grande cena francese, sarà veramente mondiale!

E' una giornata nella quale il governo francese da enorme importanza a tutto il mondo che ruota intorno alla gastronomia e ai ristoranti. Si mobilitano tutti i cuochi, vanno nelle scuole a spiegare i fondamenti del gusto etc etc ...  E quest'anno la manifestazione coinvolge anche l'Italia! In particolare Torino. Qualcuno anche in Liguria. Oltre 3.000 chefs di cui 46 in Italia (lista di seguito) partecipano alla quarta edizione di Goût de FranceL’Italia è dalla prima edizione tra i primi paesi con il maggior numero di chef partecipanti al mondo. Una manifestazione che assume sempre maggiore importanza per la sua capacità di far dialogare le culture attraverso il linguaggio comune della gastronomia. Dai ristoranti di alta gastronomia al bistrot di qualità, tutte le tipologie di ristoranti sono invitate a partecipare a questa grande festa. Ogni Chef sarà invitato a interpretare liberamente il menu à la française, con prodotti locali e di stagione, per una cucina attenta al rispetto dell’ambiente e della salute. Il prezzo del menu è a discrezione dello Chef con l’impegno di devolvere il 5% a un associazione locale di sua scelta operante nel settore della salute o dell’ambiente.
Rinnovato anche quest’anno la partecipazione per gli enti di formazione gastronomica come le scuole alberghiere e le scuole di cucina (selezionando «école/school» nella tipologia di ristorante), ad esempio con la realizzazione di un menu francese nei loro ristoranti di applicazione, per permettere anche agli Chef di domani di cimentarsi con la cucina francese.

Oltre celebrare i sapori della cucina francese e il piacere di condividere, Alain Ducasse desidera che questa edizione renda omaggio a Paul Bocuse, recentemente scomparso : gli chef partecipanti avranno quindi la possibilità di integrare nel loro menù un piatto del repertorio del maestro della cucina francese.

A Roma, a Palazzo Farnese, sarà organizzato un convegno sull’oenogastronomia, seguito da una degustazione di vini biologici (evento su invito).

A Milano , lo chef Nicolas Stamm, 2 stelle Michelin, preparerà un menù speciale in collaborazione con la regione Alzazia. A Napoli , si terrà al ristorante Zi Teresa la serata del 21 marzo: lo chef Carmela Abbate, in collaborazione con les Disciples d’Escoffier prepareranno un menu speciale. Sarà anche proiettato il film “La cuoca del presidente” di Christian Vincent.

In Sicilia , in Calabria ma anche in Toscana a Firenze , molte le iniziative anche con le scuole di cucina. Continua a leggere

Come creare una cena a due per un San Valentino irresistibile.

klimBellezza, leggerezza, sapori forti ed esotici, bei colori,  profumi e gusti carichi. Menu  raffinato  e divertente, con originalità e ingredienti insoliti. Ingredienti afrodisiaci e abbinamenti irrinunciabili  per fomentare desiderio e passione.      Proprietà eccitanti, sapori decisi. Ostriche, caviale e crostacei,  asparagi, passion fruit, mango papaya, cioccolato e peperoncino, …aglio (!),  zenzero, mandorle, zafferano, rucola…  La bevanda afrodisiaca? leche de tigre!

Per saperne di più, e trovare ben 30 ricette adatte per un San Valentino intimo a casa vostra, il sito è il seguente (anche se, con la compagnia giusta, non ce ne sarà certamente bisogno):

https://www.lacucinaitaliana.it/tutorial/i-consigli/menu-romantico-afrodisiaco-san-valentino/

Conoscete tutti questi 54 condimenti da aggiungere ai vostri pasti.

salseEcco delle segnalazioni e foto da non perdere su un argomento prezioso e degno di nota per chi desidera migliorare la propria cucina. Praticamente una lista praticamente completa di tutti i condimenti di cui potreste aver bisogno e che forse ancora non conoscete. Il link è il seguente: https://www.agrodolce.it/2019/02/06/condimenti-imprescindibili/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=Newsletter:+Agrodolce&utm_content=magazine-e-attualita-3-07-02-2019