Archivi categoria: Articolo

Nasce il premio MONDIALE per i ristoranti con pizzeria

pizzoranteNASCE IL PREMIO CHE NON C’ERA: “70 BEST RESTAURANTS WITH PIZZERIA IN THE WORLD

Prima assoluta del premio dedicato ai 70 migliori ristoranti al mondo che promuovono l’insieme della gastronomia italiana: cucina e pizza.Nella prestigiosa Terrazza degli Aranci – Ristorante La Pergola – dello Chef Stellato Heinz Beck, si terrà il 28 giugno la prima edizione del Premio Italian Style: i 70 Migliori Ristoranti con Pizzeria al Mondo – “70 Best Restaurants with Pizzeria in the World”, un progetto ideato e curato da Ristorazione Italiana Magazine, il più importante network per i professionisti del settore.
L’iniziativa originale premia i ristoratori nel mondo che promuovono l’insieme della gastronomia italiana: cucina e pizza. Un binomio vincente che, Ristorazione Italiana Magazine, per la prima volta in assoluto celebra con un esclusivo premio internazionale.
L’obiettivo del progetto è mettere in risalto il lavoro costante e appassionato di tutti quei ristoratori che si impegnano per far conoscere la Cucina Italiana con i suoi piatti tipici e la Pizza, il piatto più amato, così come le eccellenze dell’Enogastronomia Made in Italy. Dopo le guide e le iniziative dedicate ai ristoranti e alle pizzerie, nettamente distinti, è tempo di colmare questa lacuna e promuovere questo binomio vincente. I ristoranti con pizzeria rappresentano la metà degli esercizi nell’ambito della ristorazione classica.” Lo scrive il sito di cui al seguente link, per maggiori dettagli: http://www.ristorazioneitalianamagazine.it/premio-per-70-milgiori-ristoranti-con-pizzeria-nel-mondo-2018/

Il 24 giugno a Marina di Aregai: auto d’epoca con il 7° Raid Riviera dei Fiori

Aregai Marina

 

 

 

Auto d’epoca e gastronomia del ponente ligure.  Si  inizierà con il raduno delle auto previsto dalle 8.30 alle 9.30 circa,  poi tour nell’entroterra con tappe per degustare tipicità gastronomiche. Alle 15.00, a Marina di Aregai, “Gara di Pesto”,  degli equipaggi e dei diportisti di Marina degli Aregai.

Al termine della sfida una giuria qualificata decreterà i vincitori che riceveranno i previsti premi.

LA RECENSIONE: A SAVONA RISTORANTE SPURCACCIUN-A

5 2013 (5)       Savona – HOTEL MARE – RISTORANTE SPURCACCIUN-A

Via Nizza 81 (Via Aurelia) – Tel. 019.264065 – ww.aspurcacciun-a.it

Diciamo subito che, oltre al ristorante storico, con look tra i più chic di Liguria, mise en place impeccabili, atmosfere di charme e, strategicamente, anche voluttuose,4 2013 (2) - Copia il complesso dispone anche di tavoli adatti al MENU SOLO MANI (senza posate), con apposita fontanella al centro. C’è poi la saletta dei TAPPETI VOLANTI16 4 2015 (68) - Copia, quella nel bel mezzo della “cine”CANTINA A VISTA.16 4 2015 (67) - Copia All’aperto le sistemazioni sono tre, una in veranda fronte mare, con propaggine per il Tavolo degli Innamorati, l’altra nella veranda bistrotteggiante con vetrate a tutta vista sul piccolo giardino botanico circostante e, infine, il chiosco-spiaggia che è sempre molto “preso”, anche nei mezzodì di sole invernali. Per contro, da quest’anno pare che siano stati abolite le serate epicuree disco-trimalcionesche dei mercoledì estivi, che organizzava Tiranini Junior … forse anche salvaguardare lusso e calma agli ospiti della struttura, quasi sempre completa.

Per motivi di spazio, mi limiterò a scrivere del ristorante principale, al cui ingresso troneggia il pescato del giorno, rifornito, all’ora di cena, da qualche pescatore della zona. Patron Claudio Tiranini e l’ultima sua scoperta ”niuentri”, lo  stellato Simone Perata, scaricate 16 5 2018 (21)con esperienze in mezzo mondo, propongono una carta di sette ANTIPASTI dai 32 ai 42 euro; i PRIMI sono cinque, dai 25 ai 32 euro; i SECONDI sono sette, dai 25 ai 40 euro. I DESSERT sono quattro e costano 16 euro. Conseguentemente un primo con secondo e dessert costano da 66 a 88 euro; aggiungendo un antipasto, dai 98 a 108 euro. Danari ben spesi, perché molti piatti meritano molta considerazione da parte dei buongustai, per la loro originalità e per l’accuratezza delle esecuzioni, anche molto ben presentate. Ma, desiderando metter piede in questo tempio di eleganza e confort, contenendo l’addizione finale, mi pare utile considerare i seguenti due menu. MENU SAPORI E PROFUMI DI LIGURIA, a 55 EURO, consistente  in 1) Acciuga ripiena alla ligure e la sua lisca croccante – 2) Gamberi al vapore e basilico più pomodoro – 3) Spaghetti in Ciuppin – 4) Triglia di scoglio rosticciata, con la sua salsa, zucchine trombette e limoni di Varigotti – 5) Cremoso al basilico e limone caramellato, meringa e gelato al biscotto. L’altro è il MENU TRADIZIONE E INNOVAZIONE che comprende 6 portate a 90 EURO, oppure 8 portate a 120 EURO;  tra i suoi titoli cito la Tartare fuori tempo massimo tonno e zenzero – i Gamberi Rossi e rosa del nostro golfo, gazpacho alle fragole, pesto di pinoli, e di corallo – i Bottoni ripieni di Toma di pecora Brigasca, pepe di Sarawak, ricci di mare e zucchine trombette – il Petto di piccione alla brace, foie gras, ananas, mela e olive Taggiasche – il Coulant di cioccolato Guanaja, gelato allo zabaglione al Pedro Ximenex Maestro Sierra.

La Carta Vini occupa 56 pagine e, oltre a molti vini liguri e regionali a prezzi normalissimi, elenca alcuni blasonati che sono delle vere e proprie chicche, quasi sottocosto, come alcune annate di Barolo Monfortino, alcuni Montrachet, etc….24 5 2013 (2) - Copia Inoltre, con uno dei due sommelier MICHELANGELO RAFFA o SIMONE ALLARIO, potreste divertirvi molto a parlar di vino in modo competente… per poi vedervelo servire in calici preziosi, le cui ondulazioni del fondo bicchiere hanno anche il compito di esaltare profumi e sapori, senza necessità del decanter per i vini più datati.   Il servzio è assicurato dalla patronne PERVINCA TIRANINI che governa uno staff di sala capace e competente; un cameriere è soprannominato NICOLAS, per via della somiglianza con l’attore Cage.  Concludendo: è un indirizzo importante, dove è facile sentirsi come nella propria casa al mare, con tratti di eleganza, troppismo per una certa provinciale Savonesità. Una benedizione per i raffinati e per chi vuol, godersi la vita senza complessi, semplicemente pensando che, in fondo, anche il Buon Dio, ci vuole felici e contenti…   luigino.filippi@alice.it

C’è un nuovo chef al Mas Candille di Mougins, un albergo da fiaba.

1 mas candille

Xavier Burelle, già prestigioso chef del TERRE BLANCHES,  grande ristorante recensito qui pochi giorni orsono,  ora officia a LE CANDILLE  (foto dell’ingresso) un  Relais & Châteaux  a
Boulevard Clément Rebuffel – 06250 Mougins – Tel +33 4 92 28 43 43, con menu a  62 euro a pranzo e 95 -130 euro a cena. Alla carta il costo medio è di 135 euro. 

In passato la cucina del Mas Candille, testato due volte in tempi diversi, non mi aveva affatto entusiasmato, ma ora, con questo nuovo chef, faro volentieri una capatina di mezzodì e riferirò.

Le Stagioni, secondo ristorante de La Chevre d’Or: novità

Qualche settimana addietro avevo pubblicato qui che UGO GASTALDI sarebbe stato lo chef del ristorante Le Stagioni a La Chèvre d’Or di Eze Village.  Ora, dal settimanale on line “LeChef.com” (che vi consiglio), apprendo che qualcosa è cambiato.  Il locale accoglierà la chef italiana  Cécilia Moro, già all’Alice a Milano, al Don Alfonso a Sant’Agata dei due Golfi, da Guido ad Alba e al Porta di Bologna a Bologna, sino a ieri.
Il sito ha un centinaio di coperti, aperto fino al 29 settembre, fa cucina di territorio italiana, risotti,  cappelletti, etc  etc . Consultare il sito de La Chevre d’or, che pubblica la carta e i prezzi.