Un sito indica ai camerieri come diventare dei buoni venditori

l'ala o la coscia

 

 

 

(foto dal film “L’ala o la coscia” con Louis de Funes)

Ho estratto e tradotto dal sito francese OBS un pezzo che ha l’intento di insegnare ai camerieri  a diventare dei buoni venditori. Ponendo domande “chiuse”, avvicinando carrelli al momento giusto, un bicchierino offerto: come ogni buon venditore, il  cameriere sa come far consumare di più. Precisando che non tutti i ristoranti hanno questa mentalità, il sito offre le seguenti indicazioni: 

“1)  Piazzare il cliente in vetrina o nel dehor. Gente chiama gente. Un ristorante attira perché ha successo. Passare davanti a un ristorante che sembra pieno è il miglior mezzo per riempirlo.

 2) « Prende un aperitivo o sceglie direttamente del vino? “ E’ una frase che dovrebbe rendere più difficile rispondere: “No, prenderemo dell’acqua”.

3) Dopo aver gentilmente imposta l’idea di prendere del vino, una tecnica corrente consiste nell’elencare le bottiglie dalla meno cara alla più cara. Es:  “Nei bianchi posso proporle  Sauvignon, Chardonnay o Chablis. »  La tecnica è feroce ma il cliente ricorda e sceglie l’ultimo vino, piuttosto che far ripetere il cameriere.

4 )« Vuole acqua gassata o naturale? Induce il cliente a ordinare una o l’altra. Inoltre: 1) mai posare la caraffa dell’acqua prima di aver ricevuto la comanda. 2) Servire l’acqua come il vino e rabboccare regolarmente. Se si finisce la bottiglia dell’acqua a metà pasto si hanno più chance di vendere la seconda bottiglia. La stessa regola dovrebbe valere per il vino.

 5)  Non portate mai nulla che il cliente non abbia ordinato. Una regola alla quale si fanno spesso eccezioni. Per gli aperitivi portate degli amuse-bouche molto salati: il cliente avrà sete e berrà di più. E anche:  mai posare il pane sulla tavola prima di aver portato i piatti; sarà un aiuto per mantenere l’appetito fino al dessert.

6) Finiti i piatti principali, mai chiedere “vuole un piccolo dessert?” . Appoggiate sul tavolo la carta dei dessert: cambia tutto. E per i più recalcitranti c’è ancora il café gourmande che può far cedere tutti coloro che non vogliono veramente un dessert. E’ una piccola invenzione che frutterà 7-9 euro e “consolerà” il cliente.”

Vabbè, ma non sarà che se il cliente s’accorge di questi trucchetti, ormai troppo noti, lo si perderà per sempre? Oggi “chiù niusciuno è fesso”…

Cocktail ? Eccoli pronti in … busta monouso.

Dopo il robot da miscelazione, ecco arrivare Nio, il cocktail in busta. Bucca Sernua . L'amico Bucca Sernua Giorgio Manara, uno dei migliori cocktail - man italiani, inorridirà ma tant'è cosi pare andare il mondo…   L'articolo che lo presenta indica che basta  prendere la busta  monodose contenente il cocktail già pronto e completo, agitarla e versare in un bicchiere con ghiaccio.

I cocktail attualmente disponibili sono, tra gli altri: Margarita,  BoulevardierDaiquiriGimletGin SourManhattan,  Milano TorinoNegroniVodka SourWhiskey Sour. Costano 5 euro l'uno (mica poco).

Magari la novità potrà essere utile nei casi in cui non si può far diversamente (su aerei,  treni, festicciole sui luoghi di lavoro, etc..., ma  intanto dalla foto pubblicitaria vedo che il Margarita non ha il bicchiere bordato di sale…  e poi manca lo charme del shaker e tutta la "ritualità" che completa il fascino di un cocktail…

Mi consolo pensando che non tutto è perduto: neppure il latte in polvere ha sostituito completamente quello in bottiglia… e che, dopotutto,  sarà sempre i consumatore a decidere se rinunciare alla voluttà di una preparazione voluttuosa....

Casinò Beaulieu: l’offerta al Buffet Estival e il programma artistico

Le sottostanti locandine “cangianti” indicano gli eventi a quella bomboniera che è il Casinò di Beaulieu sur Mer. Segnalo in particolare il Buffet Estival tutte le domeniche a 25 euro nonché il raro concerto di Gerard Lénorman . Per chi non lo conoscesse una sua celebre canzone, una dichiarazione d’amore per la sua Francia  “Mon beau pay de France”  è al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=X2xh5GaOm3k

 

O