La recensione. A Sanremo ristorante LA TORTUGA

2015 dicem (28) - Copia   Sanremo -  TORTUGA – Via Nino Bixio 93 A – Tel. 0184 840307

In pieno centro, è circondato zone parcheggi, compreso il silos con ingresso a 200 metri circa.  Alla stessa distanza dal mare del Portovecchio con ristorantini e locali dall’aspetto invitante, il Tortuga ha un capace dehor, ma mi pare preferibile il suo interno più personalizzato e raccolto, dalle pareti rosa, dove tutto è lindo e accogliente. Non c’è più il pianoforte a coda ma c’è musica celebre in ”cauto” sottofondo provvidenziale per la vostra privacy. I tavoli sono ben distanziati, con un piccolo bouquet di fiori freschi, il tris saliera, acetiera e ottimo olio (di loro produzione da olive bio di Baiardo acquistabile anche per asporto).

Tutto in questo locale storico è naturalezza, accoglienza serena, senza falso brio di circostanza, ma come se foste giunti a casa di amici garbati, dove potete sistemarvi qui o là o là a piacimento, con un servizio che pare anzi è quasi un po’timido, mentre invece è soltanto consapevole che la vostra soddisfazione inizia proprio dalla loro attenzione e cura anche dei particolari.

Dal canto suo la cucina non mena il turibolo con fumagioni d’inventiva,  lasciandola a chi vuol seguire mode e tendenze di farlo.  Chi viene qui sceglie la cucina della cuoca/patronne TERESA OLIVA  che orgogliosamente ripete fedelmente decennio dopo decennio  i PIATTI DEL PONENTE , della tradizione delle nostre valli, ben fatta nei particolari, servita in stoviglie classiche e quindi capienti. Per non parlare, in stagione di funghi , dei loro piatti perfetti, ricolmi, strabordevoli che pur non compromettono il sonno della notte .

Non propongono un menù, lasciando che il cliente si rilassi davanti a una carta vivaddio poliglotta (italiano, francese,inglese, tedesco e anche russo). Ecco sei ANTIPASTI (€ 12-16)  tra i quali i tradizionali Barbagiuai di erbette e di zucca alla maniera di Baiardo;  oppure la delicata insalatina di seppie e verdurine; oppure ancora il tradizionale Stoccafisso mantecato alla Brandacujùn.  A Pasqua arriva anche la Pasqualina.  Sei i PRIMI PIATTI (€ 12-18), tra i quali gli Sciancui alla Sanremasca con verdure e pomodoro fresco o al pesto: un piatto che senza enfasi alcuna “batte” anche i celebri “Mandilli di Sea” del Genovesato, servito oltretutto in rassicuranti porzioni, con optional di Reggiano.d

Sempre nei primi terragni, sono invitanti anche le Pennette alla pregiata salsiccia di Ceriana.  Sono sei anche i SECONDI PIATTI (€  16-22), tre di mare e tre di terra, tra i quali il fritto di calamari e gamberi, oppure il pescato locale del giorno che, servito intero, sarà cucinato in ogni variante a voi gradita: se volete sentire il vero sapore del pesce locale di giornata preferite la cottura al sale con un filo del loro Olio EVO e verdure di contorno.  Non mancano il coniglio alla ligure con olive Taggiasche, né l’agnello al forno con patate. Il sei si ripete anche nei DESSERT  (€ 5-6), tra i quali il tortino di pere e cioccolato con gelato al cioccolato e altri dolci dai titoli, aspetto e gusto come foste in famiglia.

La carta vini che, in linea con la trasparenza della casa è scritta a mano ma in stampatello, offre buone etichette classiche, ma non punta a guizzi arditi: vi sono elencate una decina di bollicine italiane, vini bianchi, rossi e rosé buoni, ma che certo non titillano i più esigenti seguaci di Bacco. Sono però riuscito a scovare un Sauvignon 2017 di Jerman (13°), che è si è rivelato un buon abbinamento a tutto pasto, in carta a onestissimi 30 euro.

Io sono stato l’ultimo cliente in una serata feriale e piovosa e al dessert m’è preso un po’ di freddino ma, per volgerla in positivo, i freddolosi come me, potranno accettare l’ottimo bicchiere (offerto) prodotto dai loro lambicchi caserecci oppure scegliere delle preziosità in bella mostra nell’angolo distillati.

In grazia dell’ora e dell’età, “fare qui il proprio tagliando”, dimenticando troppi i ristoranti da sorpresicole campate in aria, con una cena ottima e rassicurante, spendendo dai 30 ai 50 euro, in un ristorante che dà risposte franche e leali come questo, fa animo e rassicura: ci vogliono felici e contenti, grazie !!!

Luigino.filippi@alice.it

Montecarlo: ecco gli artisti che si esibiranno la prossima estate.

sporting ontecarlo

Il calendario dello

Sporting per l’estate

2019  è il seguente:

 

gio 4 lug - 20:30 - CHARLIE WINSTON

sab 13 lug - 20:00 - Beach Boys

sab 27 lug - 20:30 - Le Jazzophone

gio 1 ago - 00:00 - RAGHEB ALAMA NUIT DE L’ORIENT

ven 2 ago - 20:30 - STING

sab 3 ago - 20:30 - MARCO MENGONI

mar 6 ago - 20:30 - THE JACKSONS

ven 9 ago - 02:00 - CONCERT – Loboda

sab 10 ago - 20:30 - ENRIQUE IGLESIAS

gio 15 ago - 20:30 - CIRQUE DU SOLEIL

3 e 4 maggio: una FESTA DELLE ROSE da non perdere a Villa Ephrussi di St. Jean Cap Ferrat

Villa Rotschild   Il Festival delle rose e delle piante festeggia il suo decimo anniversario nel 2019!

Per questo anniversario, gli amanti del giardino saranno in grado di interagire con espositori, produttori e appassionati e partecipare a workshop e intrattenimento per grandi e piccini per tutto il weekend. 
Quest’anno i migliori rosicoltori della regione, ma anche Isère, Provenza, Catalogna e persino l’Italia presenteranno le loro collezioni di rose rosse, gialle, arancioni, viola o rosa, in un’atmosfera calda e accogliente giardini lussureggianti della Villa. 
Accanto ai produttori di rose, produttori di piante rare di agrumi, mediterranee, esotiche, tropicali e subtropicali presenteranno le loro piante che saranno anche disponibili per la vendita.

Saranno presenti anche partner che hanno familiarità con l’evento, come la famosa profumeria Fragonard e la deliziosa pasticceria Florian, e saranno presenti nuovi creatori di dolciumi e distillatori di oli essenziali di lavanda per discutere della loro professione e del loro know-how tradizionale. 
A Villa Ephrussi saranno inoltre offerti mobili, attrezzi e accessori da giardino, prodotti legati al mondo della cosmesi e della gastronomia.

Programma del fine settimana Attività
per bambini (storie, opuscoli e laboratori) e i loro genitori (visite guidate ai 9 giardini della Villa, consigli di giardinieri e professionisti delle piante, laboratori di giardinaggio e danze coreografate su i bacini della Villa).

La creazione di una rosa mancante 
La misteriosa “Rose Béatrice Ephrussi”, creata nel 1911 da Paul Nabonnand, un famoso coltivatore di rose, in omaggio alla baronessa Ephrussi de Rothschild, è ora scomparsa. Questa rosa è all’origine della festa delle rose e delle piante. Per la decima edizione, Villa Ephrussi lancia il progetto “Rose Béatrice Ephrussi”, per rendere ancora una volta questa fioritura di rose ineguagliabile. 
Ampia ricerca ha trovato i nomi delle rose parent: Mrs. Charles e G. Nabonnand. Dopo diverse ricerche, squadre di professionisti e la villa sono riusciti a trovare la rosa, la signora Charles. Questo fiore esiste ancora e fiorirà nei giardini della Villa. 
Un progetto da seguire, come secondo passo, per ottenere il padre rosa: G. Nabonnand …

PROGRAMMA 

Laboratori interattivi per bambini

Dalle 10h alle 19h – French Garden

- Artista apprendista
Produzione e decorazione di ceramiche per conservare in memoria.

- La vita eccitante delle api
Alla scoperta degli alveari e del mondo delle api di fiori di miele con il nostro apicoltore.

- Laboratori animati dai giardinieri della Villa
* La mia prima pianta: i bambini riposano fragole e fiori. 
* Il mio primo bouquet: i bambini realizzano una composizione floreale personalizzata. 
* Il mondo nascosto del mio giardino: i giovani esploratori scoprono gli insetti.

Workshop interattivi per tutti

Dalle 10h alle 19h

- “3 accordi di rosa”, laboratorio olfattivo con un naso Fragonard nel giardino francese
Con la profumeria Fragonard, scopri le 3 componenti rosa: rosa “floreale”, rosa “fruttato” e rosa “muschiato”. Presentati alla piramide olfattiva, risveglia i tuoi sensi e la tua memoria per creare e personalizzare, durante il laboratorio olfattivo e secondo il consiglio del “naso”. 
La rosa nella tua immagine – flacone spray da 12ml per riportare alla memoria questo giorno.

Seminario-Conferenza

Dalle 10h alle 19h

tavolo dolce al tempo dei re nella sala da pranzo della baronessa 
trovano nella cornice d’eccezione della sala da pranzo della baronessa, una tavola sontuosa frutta, dolci e showpieces del tempo dei re. Conferenza interattiva sul tema dei buffet del XVIII secolo con la designer di eventi Caterina Reviglio Sonnino.

animazioni

- Le pause musicali nel giardino fiorentino
Le pause musicali al suono di un duo di arpa e flauto. 
Alle 13:30, 14:15, 15h, 15h45, 16h30, 17h15 e 18h

- I valzer danzavano sulle acque delle fontane nel giardino francese. 
Contemplate le pantomime della rosa al ritmo delle fontane musicali. 
Alle 10:30, 11:30, 12:30, 13:30, 14:30, 15:30, 16:00 e 17:30

Visite guidate

- I giardini della Baronessa
Visite guidate storiche dei giardini con Jacqueline Manciet, guida-docente della Villa. 
Alle 10:30, 12h, 15h e 17h

- La visita del giardiniere Visite
botaniche guidate ai giardini con la squadra dei giardinieri della Villa. 
Alle 10h10, 10h30, 11h30, 12h, 14h30, 15h, 17h e 17h30

Ristorante Buca Cena – Golf Sanremo: ecco il Pranzo di Pasqua

Buca CenaDomenica 21 Aprile 2019-  Ore 12.45

Aperitivo di benvenuto con tartelletta di Branda e Prosecco

Antipasti
Terrina di verdure e Bagna cauda delicata
***
Pasta ripassata ai gamberi,
vellutata di trombette e la bisque

Primo piatto
Ravioli ai carciofi e nocciole tostate

Secondo piatto
Stinco di agnello
Fave cotte e crude

Dessert
Cheesecake, zuppa di mela e pistacchio salato
***
La tradizione: Colomba e uova al cioccolato

Vino: Dolcetto d’Alba DOC Roccabella Vite Colte

Acqua minerale
Moka

Accompagnamento musicale: Freddy Colt (pianoforte).

Prezzo per persona 50,00 €

Ristorante Buca Cena
Circolo Golf degli Ulivi
Strada Campo Golf, 59
18038 Sanremo IM Italy
Tel +39 0184 557 442
Tel +39 320 42 92 899
e-mail: info@bucacena.it

Ecco le chiavi “fisiche” per aumentare la felicità …